Fisioterapia Osteopatia Roma Eur Torrino

Apertura : dal Lunedì a Venerdì - 9:00 - 20:00
  Telefono : 06 83978375

la scoliosi

La scoliosi

La scoliosi si presenta come una deviazione laterale, permanente, della colonna vertebrale che si accompagna ad una rotazione dei corpi vertebrali.

I diversi tipi di scoliosi

In base a dove la scoliosi si localizza si classifica in diverse tipologie: scoliosi lombare, scoliosi dorso-lombare, scoliosi dorsale, scoliosi cervico-dorsale. Solitamente si presentano due curve; le più frequenti hanno convessità dorsale destra e lombare sinistra. Se la prima ha un raggio di curvatura grande, automaticamente si forma la seconda, per ricreare la situazione di equilibrio.

Nella maggior parte dei casi le scoliosi sono idiopatiche, ovvero insorgono senza causa apparente e solo una minima percentuale è rappresentata da scoliosi congenite o acquisite. La causa della deformità si riscontra nello squilibrio tra sviluppo scheletrico e muscolare. Per questo motivo le scoliosi idiopatiche compaiono prevalentemente nell'età infantile e puberale, periodi in cui l'accrescimento osseo è elevato. Inoltre, le femmine sono quelle più soggette a soffrire di scoliosi rispetto ai maschi.

Diagnostica

Per diagnosticare la scoliosi si parte sempre da una dettagliata anamnesi del paziente. L’esame obiettivo del rachide si conduce in posizione eretta e si valuta se le spalle sono ad altezza diversa, se il bacino è sbilanciato, se l’anca è sollevata, se la postura è inclinata da un lato e se c’è una asimmetria dei triangoli della taglia. Si valuta inoltre, a tronco flesso, la presenza del “gibbo”.

Naturalmente anche un rx della colonna in toto è utile per misurare in maniera oggettiva l’inclinazione della curva.

Terapia e attività fisica per la scoliosi

La terapia dipende dall’inclinazione della curva. Ad esempio, per una curva di 15-20° non è necessaria alcuna terapia invasiva, ma sarà necessario iniziare fisioterapia per ridare un giusto equilibrio al corpo ed evitare peggioramenti. Invece, se la curva va oltre i 20° fino ai 35°, oltre la fisioterapia bisogna valutare se indossare un busto ortopedico. Nei casi più gravi, con una curva oltre i 40° si può ricorrere anche al trattamento chirurgico.

Per prevenire la scoliosi, prima di tutto si corregge la postura, (attraverso la ginnastica posturale, ad esempio Mezieres), la quale se errata crea uno squilibrio tra gruppi muscolari, generando un errato allineamento dei segmenti articolari. Un corsetto neuro-muscolare, in alcuni casi, offre un maggiore controllo e una migliore stabilità della colonna.

La ginnastica posturale è sempre adatta, anche nei casi di scoliosi lieve, infatti l'attività fisica, seppur specifica, da sola, non corregge la scoliosi, ma è necessaria per prevenire un peggioramento, agendo sulla tonificazione generale e sull'allungamento muscolare per favorire il recupero della simmetria. Gli sport adatti invece sono quelli che non prevedono mobilizzazioni eccessive della colonna vertebrale.

In tutti i casi, ogni terapia, ogni esercizio, consigliamo che deve essere sempre svolto sotto la supervisione di professionisti che lavorano in centri specializzati come DS Cares.

Contattaci per avere qualsiasi informazione sulle nostre Terapie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *