Medicina

Ortopedia

ortopedia ortopedico medicina mezzocammino eur torrino

Chiama per appuntamento

Medicina

Ortopedia


Che cos’è l’ortopedia?

L’ortopedia è la branca clinica e chirurgica della medicina che si occupa dell’inquadramento diagnostico e del trattamento degli infortuni e delle patologie che coinvolgono l’apparato muscolo-scheletrico, chiamato anche apparato locomotore. Quest’ultimo è costituito, come suggerisce lo stesso termine, dall’unione dell’apparato scheletrico e muscolare. Ne fanno, dunque, parte lo scheletro, i muscoli, i tendini e le strutture articolari (menischi, legamenti, cartilagine).

Queste patologie possono essere di natura traumatica, per lo più con carattere di urgenza, o di natura degenerativa, legate per lo più all’ usura delle strutture tendinee e articolari.

Il termine ortopedia è frutto dell’unione delle due parole greche antiche “orthòs” e “pàis”, che significano rispettivamente “dritto” e “bambino”. Non a caso, un tempo l’ortopedico si occupava esclusivamente, o per lo più, della cura delle deformità ossee nei bambini. Oggi, pur avendo mantenuto lo stesso nome, l’ortopedico si occupa di pazienti di tutte le età.

Chi è l’ortopedico?

L’ortopedico è un medico chirurgo specializzato in Ortopedia, e si forma conseguendo una Laurea in Medicina e Chirurgia e, successivamente, una specializzazione in Ortopedia e Traumatologia. Può ulteriormente specializzarsi su una parte specifica del corpo: anca, spalla, ginocchio, per esempio.

L’ortopedico è allo stesso tempo diagnosta e terapeuta: è titolato a condurre indagini utili a diagnosticare una patologia dell’apparato locomotore e, allo stesso tempo, può procedere al trattamento della stessa il quale, a seconda dei casi, può essere farmacologico, riabilitativo, infiltrativo o chirurgico.

In questo aspetto è da rintracciare la principale differenza tra la figura professionale dell’ortopedico e quella del fisiatra, spesso confuse. Nonostante entrambe le figure si occupino dell’apparato muscolo-scheletrico, il fisiatra è un medico non chirurgo, che interviene sulle patologie dell’apparato locomotore avvalendosi di trattamenti conservativi e riabilitativi, volti a ripristinare funzionalità e mobilità. L’ortopedico, invece, è un medico chirurgo e, come tale, può anche intervenire chirurgicamente in prima persona.

Di cosa si occupa l’ortopedico?

Il medico chirurgo ortopedico tratta tutte le condizioni che incidono sull’apparato muscolo scheletrico, come: fratture ossee, infortuni alle articolazioni (distorsioni e lussazioni), tendinopatie, borsiti, contratture, stiramenti e strappi muscolari, deformità della colonna vertebrale e degli arti, discopatie, artriti e artrosi, malattie metaboliche e tumori alle ossa.

Tra le patologie più spesso trattate dallo specialista ortopedico, anche a seconda della parte del corpo su cui si specializza, possiamo trovare problematiche:

  • alla spalla e al gomito: sindrome da conflitto sotto-acromiale, lesione della cuffia dei rotatori, instabilità della spalla, artrosi; epicondilite ed epitrocleite;
  • al ginocchio: artrosi, lesioni del menisco, lesioni della cartilagine, lesioni legamentose, instabilità femoro-rotulea;
  • all’anca: artrosi e impingement femoro-acetabolare;
  • al piede e alla caviglia: alluce valgo, tendinopatie, instabilità di caviglia.


Contattaci per avere qualsiasi informazione sulle nostre Terapie






    Nome*

    Email*

    Telefono*

    Seleziona Reparto

    Messaggio

    Copyright DSCares s.r.l. © 2022 - P.IVA 16064761006