Medicina

Urologia

urologia urologo medicina mezzocammino eur torrino

Chiama per appuntamento

Medicina

Urologia


Che cos’è l’urologia?

L’urologia è la branca della medicina che studia l’anatomia e la fisiologia dell’apparato urinario umano, senza distinzioni di sesso, e dell’apparato genitale (o riproduttivo) maschile e le patologie e disfunzioni che possono colpirli.

L’apparato urinario è deputato alla formazione e all’espulsione delle urine, la soluzione di rifiuto prodotta dalla filtrazione del rene. Tale atto viene chiamato minzione. L’apparato urinario è composto da diversi elementi:

  • i reni, due organi collocati ai lati della cavità addominale, che hanno lo scopo di filtrare le sostanze di rifiuto, dannose ed estranee presenti nel sangue, convertendole in urina;
  • gli ureteri, due condotti separati che collegano il rene alla vescica;
  • la vescica, un piccolo organo cavo muscolare verso cui confluisce e si accumula l’urina che dovrà essere espulsa;
  • l’uretra, il condotto che connette la vescica all’orifizio uretrale esterno, dal quale l’urina può essere espulsa. Nell’uomo l’uretra è più lunga che nella donna, in quanto attraversa interamente il pene.

L’apparato genitale maschile è l’insieme di organi e strutture finalizzati alla riproduzione. Esso è composto da:

  • i testicoli, contenuti all’interno dello scroto, una sacca cutanea, che hanno il compito di produrre le cellule riproduttrici chiamate spermatozoi e il testosterone, un ormone sessuale;
  • gli epididimi, strettamente collegati ai testicoli, hanno lo scopo di agire da depositi per la maturazione degli spermatozoi;
  • i dotti deferenti, canali che trasportano gli spermatozoi maturi dagli epididimi alle vescicole seminali;
  • le vescicole seminali e la prostata, ghiandole che si occupano di produrre il liquido che, unito agli spermatozoi maturi, costituiscono lo sperma;
  • lo sperma, liquido tramite il quale avviene la fecondazione dell’ovocita femminile;
  • il pene, organo riproduttivo dal quale vengono espulsi lo sperma (eiaculazione) e le urine (minzione), entrambi tramite l’uretra.

Chi è l’urologo?

L’urologo è il medico specializzato in urologia, e si forma conseguendo dapprima una laurea in Medicina e Chirurgia e successivamente una specializzazione quinquennale in Urologia. Può inoltre conseguire ulteriori sottospecializzazioni in urologia pediatrica, femminile (uroginecologia), oncologica, andrologica, endourologia.

Lo specialista urologo ha competenze di altro profilo circa l’anatomia e la funzionalità dell’apparato urinario umano e genitale maschile e interviene nella cura e gestione delle malattie e degli infortuni che li interessano.

È bene precisare che l’urologo è anche un medico chirurgo e, in quanto tale, può effettuare interventi chirurgici in prima persona. Nella fattispecie, effettua procedure medico-chirurgiche con funzione diagnostica o terapeutica come la biopsia renale e alla vescica, uretroscopia, la vasectomia e la scleroembolizzazione (per il varicocele) la litotrissia (per i calcoli renali) e la prostatectomia (rimozione totale o parziale della prostata affetta da tumore).

Il professionista urologo può effettuare o prescrivere diversi esami diagnostici. Tra questi, abbiamo l’esame obiettivo chiamato esplorazione rettale digitale della prostata (ERD), volto a verificare lo stato di salute della prostata.

Di cosa si occupa l’urologo?

L’urologia, in quanto branca medica impegnata nella cura delle patologie dell’apparato urinario e dell’apparato genitale maschile, ha un ventaglio di intervento davvero vasto.

Per quanto concerne le patologie riguardanti l’apparato urinario (in entrambi i sessi), l’urologo si occupa di:

  • infezioni urinarie, come la cistite;
  • cistite interstiziale, di natura non infettiva ma infiammatoria;
  • malattie renali: calcoli renali, nefropatia diabetica, rene policistico, insufficienza renale, ecc;
  • stenosi uretrale;
  • incontinenza urinaria e vescica iperattiva;
  • cistocele;
  • tumori a carico degli organi dell’apparato urinario, nella fattispecie al rene e alla vescica.

Per quanto riguarda la salute dell’apparato genitale maschile, invece, l’urologo può occuparsi di:

  • infertilità;
  • disfunzione erettile (impotenza);
  • varicocele;
  • prostatite;
  • ipertrofia prostatica benigna;
  • malattia di Peyronie;
  • tumori alla prostata, ai testicoli e al pene.

Sarebbe opportuno sottoporsi a visita urologica specialistica nel caso in cui si avvertano sintomi che facciano avvertire il sospetto di un problema all’apparato urinario o genitale maschile. Tali sintomi non andrebbero assolutamente trascurati e sottovalutati.

Nel Poliambulatorio DS-Cares Eur Torrino Mezzocammino, troverai dei professionisti pronti a prendersi cura di te. Un controllo può fare la differenza nella prevenzione, rilevazione tempestiva e cura di eventuali patologie in corso.


Contattaci per avere qualsiasi informazione sulle nostre Terapie






    Nome*

    Email*

    Telefono*

    Seleziona Reparto

    Messaggio

    Copyright DSCares s.r.l. © 2022 - P.IVA 16064761006

    Apri chat
    Come possiamo aiutarti?
    DS Cares Poliambulatorio Roma
    Ciao👋
    Stai cercando uno specialista in Urologia?
    Come possiamo aiutarti?