Psicologa psicoterapeuta

Dr.ssa ALESSANDRA PERRONE


Psicologa psicoterapeuta presso DS Cares a Eur Torrino Mezzocammino


Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università Europea di Roma e successivamente specializzata in Psicoterapia della Famiglia presso l’istituto Italiano di Psicoterapia Relazionale.

Ha conseguito diverse esperienze nei servizi pubblici e diversi master in: Psicodiagnostica Clinica e Forense età adulta – Psicologia Giuridica Psicopatologia e Psicodiagnostica Forense – Psicologia dell’età evolutiva – Rorschach in età evolutiva.

“Il curioso paradosso è che quando accetto me stesso per ciò che sono, allora posso cambiare”  (C. Rogers)

Cenni storici sulla psicoterapia sistemico-relazionale

La terapia familiare nasce nella cultura statunitense degli anni cinquanta e si sviluppa in due diverse direzioni, una sistemica propria della Scuola di Palo Alto (Bateson, Watzlawick e Jackson) e una più psicodinamica, che oggi chiameremo relazionale, orientata allo studio trigenerazionale della famiglia, con il contributo di pionieri quali Ackerman, Boszormenyi-Nagy, Framo, Bowen, Whitaker. In una posizione intermedia si situa l’approccio strutturale di Salvador Minuchin, che avrà un notevole sviluppo negli anni successivi.

La psicoterapia sistemico relazionale in Italia è stata portata avanti da Mara Selvini Palazzoli (1916-1999) con il gruppo di Milano e Maurizio Andolfi (1942) con il modello sistemico familiare trigenerazionale.

La terapia ad indirizzo sistemico-relazionale è uno dei tanti approcci esistenti nella psicoterapia. Viene anche chiamata terapia sistemica familiare o semplicemente terapia familiare perché ha come focus di osservazione l’individuo inserito all’interno di vari sistemi, primo tra tutti la famiglia. Ha avuto la sua larga diffusione nel trattamento delle dipendenze, nel campo dei disturbi alimentari, nell’ambito della patologia psichiatrica, nel lavoro con gli adulti e con gli adolescenti, nelle separazioni/divorzi, nelle problematiche inerenti la sfera della terapia familiare, individuale e di coppia.

Come interviene la psicoterapia sistemico-relazionale

Nel lavoro psicoterapico il punto di partenza del terapeuta familiare è la considerazione del sintomo. Il sintomo segnala alla famiglia l’esistenza di un disagio accentrando su di sé tutte le preoccupazioni degli altri membri.

Per aiutare il paziente e la sua famiglia, lo psicoterapeuta sistemico relazionale si occupa delle difficoltà presentate nel momento in cui esse si esprimono ma allo stesso tempo tiene conto di come la storia familiare e trigenerazionale e le prospettive future influenzano il contesto di riferimento. L’obiettivo del terapeuta è quello di aiutare la famiglia, la coppia o il singolo a trovare delle nuove soluzioni e strategie per rapportarsi con il proprio sistema di appartenenza attraverso il lavoro sulla dimensione concreta di interazione.
In quest’ottica infatti il terapeuta è consapevole di far parte del sistema osservato all’interno della stanza di terapia nella quale si crea un “terzo pianeta” formato dal terapeuta stesso e dalla famiglia; in quest’ottica il terapeuta diventa uno strumento per aiutare il paziente ad agire un cambiamento attraverso la relazione che si sviluppa nella stanza di terapia.

I destinatari

I destinatari dell’intervento sono individui, coppie e famiglie che avvertono un disagio psicologico o che hanno difficoltà ad affrontare eventi stressanti o traumatici.

L’obiettivo è quello di fornire a coloro che avvertono la necessità di ricorrere ad un aiuto, in un momento di difficoltà della propria vita, un sostegno individualizzato e flessibile, al fine di individuare un cammino idoneo al raggiungimento del benessere psichico.

Attraverso: colloqui clinici psicologici, consulenze familiari e di coppia, interventi di sostegno alla genitorialità

Ambito di intervento:

Difficoltà legate alle fasi del ciclo di vita:

difficoltà scolastiche, disagio adolescenziale, sostegno alla genitorialità, separazione o divorzio, famiglie ricomposte, difficoltà comunicative.

  • Difficoltà relazionali
  • Disturbi dell’età evolutiva
  • Crisi di coppia
  • Eventi di vita traumatici o stressanti
  • Stress lavoro-correlato
  • Disturbi d’ansia
  • Disturbi dell’umore
  • Disturbi psicosomatici
  • Disturbi della personalità
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Disturbi specifici dell’apprendimento
  • Sostegno a pazienti e familiari in caso di malattie organiche invalidanti

Percepire un aspetto nuovo di sé stessi è il primo passo verso il cambiamento del concetto di sé”  (C. Rogers)

Copyright DS Cares s.r.l. © 2024 - P.IVA 16064761006

Apri chat
Come possiamo aiutarti?
DS Cares Poliambulatorio Roma
Ciao👋
Stai cercando uno specialista in Dr.ssa Alessandra Perrone?
Come possiamo aiutarti?